OZZY OSBOURNE: riprogrammata la data italiana nel 2020, in arrivo il nuovo album

235

Dopo l’annuncio del posticipo della leg europea del “No More Tours” è stato finalmente annunciato il nuovo calendario di date, compresa quella italiana

OZZY OSBOURNE – “NO MORE TOURS 2

Special Guest: JUDAS PRIEST

Giovedì 19 novembre 2020 @ Unipol Arena – BOLOGNA

I biglietti precedentemente acquistati rimarranno validi per la nuova data. Le eventuali richieste di rimborso (il concerto era originariamente previsto il 10 marzo 2020, sempre a Bologna) dovranno essere effettuate ENTRO E NON OLTRE il 12 aprile 2020 rivolgendosi ai propri punti vendita. Per rimborsi on-line contattare il servizio clienti http://www.ticketone.it/help se si è effettuato l’acquisto su Ticketone oppure https://help.ticketmaster.it/hc/it/requests/new se si è effettuato l’acquisto su Ticketmaster.

La nuova tournée durerà 6 settimane e comincerà dalla Gran Bretagna, Paese natale di Ozzy per poi concludersi il 7 dicembre a Helskinki in Finlandia. Il tour passerà da Birmingham per uno show da brivido nella sua città natale il giorno di Halloween, poi in Germania, Austria, Spagna, Svizzera e Finlandia.

I JUDAS PRIEST rimangono gli special guest confermati per tutte le date.

Di seguito il nuovissimo brano di Ozzy, Under The Graveyard”, un brano dal titolo ironico, che va letto nel suo profondo nel suo messaggio di ‘non arrendersi mai!’. Freschissimo di release dopo un lungo silenzio discografico, è un assaggio dal nuovo album “Ordinary Man” in uscita a inizio 2020. Il suo ultimo disco da solista, “Scream”, risale ormai al 2010: il Principe delle Tenebre ha trascorso gli ultimi 10 anni on the road tra solo tour e BLACK SABBATH – con cui ha pubblicato anche l’album “13” – qua e là fermato (ma solo temporaneamente) da un paio di brutte cadute e addirittura una polmonite.

Non vedo l‘ora di tornare in tour ancora una volta! Vi chiedo solo di essere pazienti ancora per un poco. Voglio essere pronto al 100%”, parola di Ozzy!

Registrato di recente a Los Angeles, “Ordinary Man” ha visto impegnata una band di guest star d’eccezione: il produttore Andrew Watt alla chitarra, Duff McKagan (GN’R) al basso e Chad Smith (Red Hot Chili Peppers) alla batteria. “Tutto è iniziato quando mia figlia Kelly mi fa: ‘Papà, vuoi lavorare su una canzone dei Post Malone?’ E io, ‘Chi cazzo è sto Post Malone ?!’. Allora vado a casa di Andrew Watt che mi assicura subito che si trattava di un lavoro veloce e indolore. Da cosa nasce cosa, e finita quella canzone, mi dice: ‘Ti interesserebbe iniziare a lavorare ad un album?’. Beh, perché no? Ma so come vanno queste cose: ‘Sarebbe fantastico, basta che non mi chiudi in uno studio nel seminterrato per 6 mesi!!!’. E in poco tempo, abbiamo finito l’album. Duff e Chad registravano durante il giorno e io andavo a studiare le canzoni la sera, la mia parte preferita della giornata. Con Sharon si parlava da un po’ di mettere in cantiere un nuovo album, ma avevo paura di non avere le forze necessarie a sostenere certi ritmi… Andrew ha colto l’attimo e boom! Spero davvero che la gente lo ascolti e si diverta, perché ho messo il mio cuore e la mia anima in questo dannato album“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.