Sarà interrogato domani mattina dal gip di Como, per  l’udienza per la convalida, l’operaio di 34 anni arrestato per aver provocato l’incidente in cui è morta la piccola Aurora, 16 mesi, che si trovava a bordo dell’auto dei suoi genitori a Cantù, nel Comasco. L’uomo, che aveva bevuto, è accusato di omicidio stradale aggravato dalla guida in stato d’ebbrezza, e nei suoi confronti il pm Antonio Nalesso ha chiesto la custodia cautelare in carcere. Anche il padre della bambina è indagato a piede libero in quanto a bordo della vettura non era presente il seggiolino previsto dalla legge e la bambina era seduta in braccio alla madre.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.