Olimpiadi 2026, firmata intesa per società infrastrutture Milano-Cortina

36

“Oggi a Roma un passaggio molto importante in proiezione dei Giochi Olimpici invernali 2026. Con tutti i soggetti coinvolti nella partita abbiamo firmato l’intesa per la nascita della società ‘Infrastrutture Milano Cortina 2020-2026 S.p.a.’.  Grazie a questo atto e alla concreta condivisione istituzionale, diventiamo pienamente operativi”. Lo comunica il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Sono molto soddisfatto per il lavoro svolto con il nuovo Governo – aggiunge Fontana – perché oggi completiamo un percorso lungo e complesso”. “Ora abbiamo l’obiettivo di realizzare rapidamente le opere infrastrutturali necessarie.  Ci aspetta un lavoro intenso, ventre a terra. E mai come in questo momento – conclude il governatore – è fondamentale essere uniti e coesi”.

Ora recuperare il ritardo ed evitare l’ennesima gestione emergenziale”. Il capogruppo del Pd in consiglio regionale Fabio Pizzul commenta così la costituzione della società che dovrà gestire le opere infrastrutturali necessarie per le Olimpiadi. “Ci sono voluti due anni- sottolinea Pizzul- di continui rinvii e rimpalli tra Stato, Regioni e città protagoniste delle Olimpiadi. Inutile recriminare: ora si parta con i lavori e si vigili affinché la fretta non sia nemica dell’interesse pubblico. Il Governo, come ha ricordato il ministro Giovannini, farà la sua parte, destinando ulteriori risorse per consentire all’Italia di rispettare gli impegni assunti Mi auguro che ora si corra davvero e che i due anni persi, a causa della pandemia ma anche dell’incredibile tempo impiegato per definire i dettagli amministrativi della società, non diventino l’ennesima occasione per lavori gestiti in condizioni emergenziali con conseguenti aumenti di costi e occhi chiusi sulla sostenibilità ambientale delle opere”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.