“Hai il coronavirus”, cittadino cinese aggredito sotto casa

454

Ha avvicinato un cittadino cinese di 29 anni che stava rientrando a casa, in viale Puglie, e ha cominciato ad accusarlo di essere infetto da Coronavirus e ha poi tentato di colpirlo con una bottiglia di plastica raccolta nel vicino bidone della spazzatura. L’aggressore, un 29enne egiziano irregolare e senza dimora, si è poi allontanato lungo la stessa via. Il cittadino cinese ha chiamato le forze dell’ordine e lo ha seguito finendo coinvolto in una seconda colluttazione durante la quale è stato colpito al volto con una pietra raccolta da terra. Giunti sul posto gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato il 29enne egiziano per resistenza e lesioni: l’uomo, infatti, ha preso gli agenti a calci e pugni, poi ha colpito a testate il vetro della volante, tanto da costringerli a utilizzare lo spray al peperoncino nei suoi confronti. Il cittadino cinese è stato ricoverato in codice verde alla clinica Città Studi e ha già confermato agli agenti la volontà di denunciare il 29enne egiziano.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.