L’atteso ritorno dei DURAN DURAN questa settimana in tour in Italia: domenica 12 Giugno ad Assago!

1782

L’Italia ha sempre amato da morire i DURAN DURAN e i Duran Duran amano ancora tanto l’Italia!

Dopo 4 anni di assenza dai nostri palchi, Simon e compagni dedicano ben 5 grandi concerti ai fans italiani (e soprattutto alle fans!) che non li hanno mai dimenticati.

Partiti il 5 GIUGNO 2016 nella splendida cornice di TAORMINA, i DD proseguiranno il tour oggi 7 GIUGNO all’Arena Ippodromo delle Capanelle nell’ambito del PostePay Rock In ROMA, per poi arrivare all’Arena di VERONA l’8 GIUGNO, il 10 GIUGNO all’Arena Ippodromo Visarno di FIRENZE e infine Domenica 12 GIUGNO presso la Summer Arena del Forum di Assago, a MILANO.

Presentano il loro ultimo grande album “Paper Gods” che li ripropone in ottima forma, con un sound sempre all’avanguardia, nonostante la loro meravigliosa magia pop mantenga quel retrogusto legato a filo doppio con gli anni 80.

duran-duran-paper-gods-album-cover

Niente nostalgia però, per una band che dalla reunion del 2004 (inizialmente anche con Andy Taylor, anima rock del gruppo, alla chitarra) non ha conosciuto più un solo attimo di stanchezza… insomma altro che invecchiati! Il nuovo disco è inoltre prodotto da tre maestà della musica internazionale quali Nile Rodgers (Chic), Mark Ronson e Mr Hudson e tra gli ospiti speciali presenta John Frusciante, ex Red Hot Chili Peppers, e perfino l’attrice Lindsay Lohan, ad ennesima riprova del fatto che la musica dei Duran non conosce confini

Sul palco Simon Le Bon, immancabile voce, John Taylor al basso, Nick Rhodes alle tastiere / synth, Roger Taylor alla batteria e l’unico membro non originale, Dominic Brown, alla chitarra dal 2005. presenteranno una scaletta ricca di indimenticabili classici (veri e propri inni generazionali) come The Wild Boys”, “Hungry Like The Wolf”, “A View to a Kill”, “Notorious”, “Come Undone”, “The Reflex”, “Ordinary World”, “Girls On Film”, “Rio”, e poi “Planet Earth” miscelata a “Space Oddity” in omaggio al Duca Bianco David Bowie e “Save A Prayer” mashuppata invece a “Sign O’ The Times” in ricordo dell’indimenticabile Prince, grande influenza della loro seconda ora.

La band, icona intramontabile del pop inglese, nel corso della propria brillante carriera ha conquistato il mondo con 70 milioni di dischi venduti, piazzando ben 14 singoli nella UK Top 10 all’epoca della Second British Invasion, grazie anche a bellissimi videoclip in alta rotazione su MTV, ed ottenendo 5 prestigiosi Lifetime Achievement Awards e altri riconoscimenti importanti, tra cui MTV Video Music Awards, Brit Awards, Ivor Novellos, Q Magazine Award e Spanish Ondas.

Biglietti ancora disponibili per tutto il tour italiano su Ticketone al costo di 46 euro + diritti di prevendita… e allora, cosa state aspettando a cliccare su acquista??

https://www.youtube.com/watch?v=MtjqmEd-isY

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.