Un flash mob sotto l’Arco della Pace che inizierà con un grande abbraccio, per ribadire che “Nessun bambino nasce per crescere da solo” L’evento, patrocinato dal Comune di Milano, prenderà il via oggi alle 16:30 e vuole promuovere la campagna di informazione e sensibilizzazione lanciata da SOS Villaggi de Bambini – la più grande organizzazione a livello mondiale impegnata nel sostegno di bambini privi di cure familiari o a rischio di perderle – il cui obiettivo è quello di proteggere e accogliere bambini e ragazzi italiani e minorenni stranieri non accompagnati che arrivano nel nostro Paese, affiancarli in un cammino di crescita, sviluppare progetti per l’integrazione sociale e migliorare le loro prospettive di vita.Nel nostro Paese sono oltre 91mila i minorenni che hanno subito maltrattamenti (9,5% della popolazione minorile) e quasi 30.000 (28.449) i bambini che in Italia vivono separati dalla loro famiglia. Il 37% per grave incapacità dei genitori nel rispondere ai bisogni dei propri figli o perché hanno subito maltrattamenti e abusi.Nel 2015, SOS Villaggi dei Bambini ha accolto 336 bambini e ragazzi e le loro famiglie (per un totale di 537 persone) e 49 minori stranieri non accompagnati e Richiedenti Asilo nei 7 Villaggi SOS in Italia – rispettivamente a Trento, Ostuni (BR), Vicenza, Morosolo (VA), Roma, Saronno (VA) e Mantova. SOS Villaggi dei Bambini sostiene, inoltre, il Centro Estivo Internazionale SOS di Caldonazzo (TN) sviluppando una serie di interventi centrati principalmente sull’accoglienza e sul sostegno all’integrazione sociale.SOS Villaggi dei Bambini nasce nel 1949 e, ad oggi, è la sola Associazione che ha la capacità di accogliere, all’interno dei suoi Villaggi SOS, 86.206 bambini, ai quali garantisce istruzione, cure mediche e tutela in situazioni di emergenza. Promuove programmi di supporto alle famiglie in stato di necessità ed è presente in 134 paesi nel mondo, dove aiuta quasi 2.000.000 di persone.Promuove per tutti i bambini fuori famiglia d’origine i diritti contenuti nella Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza in Italia e nelle Linee Guida in materia di accoglienza fuori dalla famiglia di origine approvate nel 2009 dalle Nazioni Unite e nel manuale applicativo Moving Forward. Promuove gli standard di qualità «Quality4Children» per tutti i bambini e ragazzi in accoglienza etero familiare. È stata la prima associazione a promuovere a livello nazionale un Manuale per la formazione degli operatori nel settore dell’accoglienza fuori famiglia d’origine ad un approccio “Child’s rights” ossia ad una presa in carico basata sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.