“Il governo ha approvato un ordine del giorno che lo impegna a rinnovare il contratto per un anno attraverso il mille proroghe”. Una nota che arriva al quarto giorno di occupazione di palazzo Isimbardi per i dipendenti della Città Metropolitana. Nota presa con cautela da parte dei rappresentanti:
“sappiamo che l’ordine del giorno, sebbene sia un impegno politico, non è vincolante per cui rimarremo qui in attesa di una maggiore certezza”. Gli occupanti hanno permesso, nel frattempo, di far svolgere il previsto consiglio direttivo di Anci Lombardia nella sala occupata “per dare un segnale di responsabilità”. Durante la riunione, ci sarà la possibilità per i precari di intervenire “per spiegare agli amministratori locali che un mancato rinnovo sarebbe un problema anche per loro per via dei servizi essenziali che svolgiamo”. (agiellenews.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.