Vestito di nero e con il volto travisato da un passamontagna, aveva preso di mira le chiese di Muggiò (Mb) e le auto posteggiate in sosta. I carabinieri, dopo mesi di indagini, sono riusciti a individuarlo: è un 30enne, italiano, che è stato denunciato. Tutto è iniziato nel giugno 2021, quando un uomo aveva incendiato il portone  d’ingresso principale della Chiesa San Carlo di Muggiò. Da quel fatto, i carabinieri della compagnia di Desio hanno avviato le indagini. Per fortuna, le fiamme si erano spente da sole nel giro di qualche minuto, senza causare ulteriori danni. Ad accorgersi dell’accaduto un residente che aveva prontamente allertato le Forze dell’Ordine. Non è risultato del tutto facile risalire all’autore del gesto. Dalla visione dei filmati delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona, gli investigatori avevano ipotizzato che ilpiromane potesse risiedere nel territorio e che si spostasse con un’auto. Da allora si è verificata un’escalation di atti vandalici. Il piromane,  con lo stesso modus operandi cospargeva di liquido infiammabile i portoni dei luoghi o forava i pneumatici delle auto parcheggiate  in strada. Dagli elementi acquisiti, attraverso   servizi di vigilanza, gli investigatori sono riusciti a cogliere sul fatto il 30enne.  I militari dell’Arma di Muggiò  stanno conducendo le indagini delegate dalla Procura di Monza, convocando tutte le parti offese coinvolte.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.