Il presidente dell’Aci di Sondrio: “Incidentalità mai vista”. Ma dà la colpa alla strada

Andrea Mariani, presidente dell'Automobile Club valtellinese, dopo l'ennesimo incidente mortale sulla SS38, punta il dito contro la strada e non contro chi, troppo spesso, guida in maniera sconsiderata.

55

Dopo l’ennesimo incidente mortale sulla SS38 della Valtellina, un automobilista che si è sfracellato a Morbegno durante un sorpasso di un autotreno in curva con linea continua e senza visibilità, il presidente dell’Aci di Sondrio, Andrea Mariani, intervistato da TSN – TeleSondrioNews, afferma che la statale dello Stelvio vede statistiche di incidentalità troppo alte. E chiede: siamo sicuri che sia stato fatto tutto il necessario per rendere sicura questa strada? Sentiamo le sue parole. 

Ragionare dunque sulle eventuali carenze strutturali e di segnaletica della 38. Va bene, si dovrebbe migliorare tutto ciò che si può migliorare su quella statale (che è comunque una strada di montagna, con tante immissioni, costeggiata per lunghi tratti dalla ferrovia e dai relativi passaggi a livello, con curve, salite e discese, attraversamenti di centri urbani…) ma l’altro giorno – è utile ribadirlo – un’auto ha provocato un frontale con un camion sorpassandone un altro in curva, con scarsa visibilità, con linea continua tracciata a terra e segnali di divieto di sorpasso, limite a 90 km/h. E’ colpa della strada? Chi percorre regolarmente (come chi scrive) la 38, come la 36 del lago di Como, vede troppo spesso alta velocità, sorpassi azzardati, veicoli che procedono oscillando perché i conducenti maneggiano il cellulare. E pochissimi controlli, se non qualche posto di blocco che gli automobilisti si segnalano reciprocamente con gli abbaglianti. E’ colpa della strada? E le auto che tra la 36 e la 38 entrano contromano ignorando segnaletica e cartelli di divieto di accesso? E colpa della strada? Meglio stare nei limiti, non lanciarsi in sorpassi assurdi, impiegare pochi minuti in più per arrivare a destinazione ma arrivarci interi e lasciare che anche gli altri ci arrivino interi. Andrea Mariani si arrenda all’evidenza: quasi sempre è colpa degli automobilisti. Forse li rappresenterebbe meglio ammettendolo. 

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.