Home News Aeb e A2A, Fumagalli (M5S) chiede le dimissioni del sindaco di Seregno...

Aeb e A2A, Fumagalli (M5S) chiede le dimissioni del sindaco di Seregno (Mb)

"La vicenda della cessione di AeB ad A2A è l’emblema dell’appiattimento della politica su di interessi che non coincidono con quelli dei cittadini."

“La vicenda della cessione di AeB ad A2A è l’emblema dell’appiattimento della politica su di interessi che non coincidono con quelli dei cittadini. Oggi sappiamo della manifestazione di interesse d’acquisto di AeB da parte di altre società. Perché il Sindaco di Seregno non ha mai reso noto esistesse la volontà di altri privati di acquistare Gelsia (di cui A2A detiene il 30 % acquistato a seguito di gara mentre il resto è di AeB)?. Lo sostiene in una nota Marco Fumagalli (M5S Lombardia). Secondo i consigliere regionale “si tratta di un fatto gravissimo, che se non giustificato merita la più alta censura. Al contrario, significherebbe che le decisioni in materia di servizi pubblici non siano nella disponibilità degli elettori. In funzione di ciò, al fine sia ripristinato lo stato di diritto, chiedo che il sindaco di Seregno rassegni immediate dimissioni e che il Consiglio Comunale sia sciolto per gravi violazioni di legge. È altrettanto necessario, a tutela del patrimonio pubblico, che il consiglio di amministrazione di AeB sia sostituito da un commissario giudiziale, al fine di garantirne una gestione trasparente e indipendente. La politica di Seregno non potrà aver pace, finché a rappresentarla saranno soggetti che subordinano l’interesse dei cittadini a quelli della Borsa Valori» così il Consigliere Regionale del Movimento Cinque Stelle, Marco Fumagalli, invoca le dimissioni del Sindaco di Seregno.

Commenti FB
Articolo precedenteRiapre il reparto Covid all’ospedale di Codogno
Articolo successivoAbusi in piazza Duomo, sale a 9 il numero delle vittime
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Exit mobile version