Pnrr, Sala incontra Draghi: edilizia popolare sia tra le levi principali [VIDEO]

17

“Questa mattina sono stato a Palazzo Chigi e ho sottolineato al presidente Mario Draghi come mi stia a cuore in particolare il tema dell’edilizia popolare. Abbiamo 70 mila appartamenti a Milano, circa il 10% della popolazione vive nelle case di edilizia pubblica. Nello scorso mandato abbiamo recuperato 4.200 appartamenti che erano messi male, li abbiamo recuperati e consegnati a chi era in attesa, abbiamo ridotto l’abusivismo dal 6 al 3 per cento, ma non siamo riusciti ad avviare per mancanza di fondi un grande piano di ristrutturazione. Bisogna farlo perché adesso ci sono fondi”: lo riferisce il sindaco Giuseppe Sala in un video su Facebook parlando degli incontri avuti a Roma sul Pnrr, iniziati ieri dai ministeri. “Al degrado fisico a volte di quelle case corrisponde il degrado sociale di alcuni quartieri, credo che sia un dovere di tutti noi – prosegue Sala -. Da questo punto di vista il presidente del Consiglio l’ho trovato molto attento e sensibile, mi auguro che questa possa essere una delle principali leve sul Pnrr che metterà in attuazione il nostro Governo, io ci lavorerò”. (MiaNews)

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteAria artica e calo termico
Articolo successivoGreen pass, Sala: “Vigili per controlli sui dipendenti comunali” (VIDEO)
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati