Caos Darsena, le opposizioni: “Sala deve rispondere in Consiglio comunale”

Tutti i partiti del centrodestra chiedono che il sindaco Beppe Sala risponda oggi stesso in Consiglio comunale sull'assenza di vigilanza sui Navigli e alla Darsena sabato, quando c'è stato addirittura un rave finito in rissa, mentre domenica c'erano transenne e controlli.

41

L’opposizione di centrodestra a Palazzo Marino ha trasmesso al presidente del consiglio Comunale Lamberto Bertolè una comunicazione urgente firmata da tutti i consiglieri di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Milano Popolare, Lista Civica Parisi alla quale si è aggiunta la sottoscrizione anche di Simone Sollazzo, ex M5S ora gruppo Misto, nella quale si chiede che il sindaco Giuseppe Sala riferisca a inizio della seduta odierna del consiglio Comunale, riunito online, sui fatti accaduti sabato sera in Darsena. “La gravità dei fatti, la presa di posizione del Sindaco e la pluralità di attività che l’Amministrazione Comunale poteva e può assumere in ordine al rischio di assembramenti richiedono un intervento del Sindaco nella sua qualità di organo di coordinamento e sintesi politica del Comune di Milano – si legge nella comunicazione trasmessa dal centrodestra a Bertolè – Le chiediamo pertanto di volerci informare , prima dell’inizio della seduta, in merito alle modalità dell’intervento del Sindaco, che sarà reso più agevole dalle modalità on line della seduta. Ove ciò non accadesse è nostra intenzione protestare presso Palazzo Marino”. Fabrizio De Pasquale, capogruppo di Forza Italia in Comune, commenta: “È inammissibile che quanto è stato fatto ieri alla Darsena , transenne e controlli, non sia stato attuato venerdì e sabato. Vogliamo che il Sindaco ci spieghi perché per ore nessuno e’ intervenuto a sequestrare apparecchi musicali e bevande somministrate da venditori abusivi”.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.