Area C, flash mob Lega contro riattivazione: “Farà aumentare i contagi”

Manifestazione della Lega contro la riattivazione di Area C da mercoledì: "Decisione della giunta Sala assolutamente folle". Salvini: "Ci dicono di non sovraffollare i mezzi pubblici, che senso ha far pagare le auto e i furgoni che per lavoro devono entrare a Milano?"

127

“Per noi la riattivazione di Area C è soltanto un modo da parte del Comune di fare cassa. In queste settimane i livelli di smog sono aumentati e ciò mostra il fallimento delle politiche ambientali del Comune, la città è vuota e aumenta l’inquinamento”. Così il commissario provinciale della Lega, Stefano Bolognini intervenendo al flash mob di questa mattina, organizzato dalla Lega, contro la riattivazione di Area C decisa da Palazzo Marino a partire dal 24 febbraio. “Questo – ha sottolineato l’esponente leghista – spingerà molte persone a prendere i mezzi pubblici. Gli studenti vanno più tardi a scuola, i negozi aprono più tardi e il fatto di spingere le persone dopo le 10 a prendere la metropolitana aumenterà il carico sui mezzi pubblici e quindi anche il numero dei contagi. Si è visto che i mezzi pubblici sono il luogo dove maggiormente si è diffuso il virus: caricare i mezzi pubblici in fase di aumento dei contagi a Milano è assolutamente folle”. Boccia la riattivazione di Area C anche il leader leghista Matteo Salvini: “Non è una questione politica o partitica, ma in un momento di crisi economica come questa, dove tra l’altro ci dicono di non sovraffollare i mezzi pubblici, che senso ha far pagare le auto e i furgoni che per lavoro devono entrare a Milano?”: così il leader della Lega Matteo Salvini, ospite di ‘Aria Pulita’ su 7Gold. “Magari uno ha paura di prendere il bus o la metropolitana perché c’è troppa gente. Perché devi fare pagare le auto che entrano?, ha proseguito. “Almeno in questo periodo togliamo i vincoli, le telecamere, le tasse”. (MiaNews)

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.