Congo, uccisi l’ambasciatore italiano e un carabiniere

Luca Attanasio, 43 anni, era nato a Saronno e cresciuto a Limbiate. Nell'attacco avvenuto vicino a Goma è morto anche un carabiniere di 30 anni, Vittorio Iacovacci.

30

L’Ambasciatore italiano nella Repubblica Democratica del Congo, Luca Attanasio, 43 anni,  e un carabiniere di 30 anni sono stati uccisi in un attacco a un convoglio delle Nazioni Unite, nei pressi di Goma, nella parte orientale del Paese.  “È con profondo dolore che la Farnesina conferma il decesso, oggi a Goma, dell’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio e di un militare dell’Arma dei Carabinieri. L’ambasciatore ed il militare stavano viaggiando a bordo di una autovettura in un convoglio della MONUSCO, la missione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per la stabilizzazione nella Repubblica Democratica del Congo”, confermano dal ministero degli Esteri. Il carabiniere ucciso è  Vittorio Iacovacci, 30 anni.
Attanasio, nato a Saronno e cresciuto a Limbiate,  era  uno dei diplomatici più giovani al mondo.  Nell’ottobre scorso, era stato insignito del Premio Internazionale Nassiriya per la Pace 2020 “per aver contribuito alla realizzazione di importanti progetti umanitari distinguendosi per l’altruismo, la dedizione e lo spirito di servizio a sostegno delle persone in difficoltà”. La moglie Zakia Seddiki ha  fondato ed èpresidente dell’associazione umanitaria “Mama Sofia” che ogni anno salva la vita a centinaia di bambini.

 

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.