Uccise la moglie, la Corte d’Assise di Brescia lo assolve per “delirio di gelosia”

79

La Corte d’Assise di Brescia ha assolto Antonio Gozzini, 70enne che lo scorso anno uccise la moglie Cristina Maioli, 62 enne insegnante all’Itis Castelli di Brescia,  e poi vegliò sul suo corpo per ore. L’uomo è stato ritenuto incapace di intendere e volere a causa di un totale vizio di mente per “un delirio di gelosia”. Il pm Claudia Passalacqua aveva chiesto l’ergastolo. Il 3 ottobre 2019 la donna venne prima stordita nel sonno con un colpo di mattarello in testa e poi accoltellata alla gola.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.