L’Asst del Garda, nel bresciano, aumenta i posti letto per ospitare i pazienti Covid provenienti dalle zone più in crisi della Lombardia. Ammontano a 233, di cui 19 in terapia intensiva, i posti letto Covid alla Asst che fino ad oggi nei suoi i presidi di Desenzano, Gavardo, Salò, Lonato Manerbio e Leno ha accolto 67 pazienti provenienti dall’area ovest della Lombardia, ora la più colpita, e cioè trasferiti dagli ospedali delle province di Milano, Como, Varese, Monza Brianza e Sondrio. E’ quanto si legge in una nota con cui l’Azienda Socio sanitaria territoriale sottolinea il suo impegno “in prima linea anche in questa seconda fase di diffusione dell’epidemia da coronavirus”. In seguito alla richiesta della Regione Lombardia, l’Asst ha emesso anche un bando interno con il quale 12 operatori sanitari si sono candidati per un trasferimento temporaneo presso gli Spedali Civili di Brescia, identificato come uno degli hub regionali per il Covid e incaricato di allestire il nuovo modulo presso la Fiera di Bergamo. “La nostra Azienda – sottolinea il Direttore Generale, Carmelo Scarcella – ha risposto prontamente alla richiesta di Regione e, grazie alle candidature di medici e infermieri, ha potuto mettere a disposizione operatori qualificati che ringrazio per aver offerto la propria professionalità e competenza contribuendo all’apertura di nuovi posti letto”.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.