Andrea Monti (Lega) denuncia, aggredito nella Milano di Sala

243

Aggredito all’uscita del Pirellone, davanti alla Stazione Centrale di Milano, e derubato dello smartphone, insegue il ladro costringendolo abbandonare il telefonino e a scappare. Vittima il consigliere regionale regionale Andrea Monti, vice capogruppo della Lega a Palazzo Pirelli. A raccontare la disavventura pochi minuti dopo è lo stesso Monti, con un post su Facebook dal titolo “Aggredito nella Milano di Sala”. “Appena uscito dalle porte della sede del Consiglio regionale della Lombardia – ha scritto Monti – sono stato aggredito alle spalle da un uomo in bicicletta, una delle tante ‘risorse’ che popolano la vicina Stazione Centrale. In un attimo mi ha sfilato con forza dalle mani il mio smartphone e ha tentato la fuga. Naturalmente non ha tenuto conto che un brianzolo incazzato a piedi va più veloce di un ladro in bicicletta. Al vicino incrocio con via Pirelli, ormai quasi raggiunto ha gettato il mio telefonino per terra ed è scappato”.

Andrea Monti racconta la rapina subita.

Commenti FB
Articolo precedenteDl Rilancio, Cgil: in Lombardia 50mila domande di regolarizzazione
Articolo successivoCoronavirus, in Lombardia 237 positivi (1,38%) e due decessi
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.