Brescia, figlio non desiderato: gli Spedali Civili condannati a risarcimento

92mila euro per mantenere il figlio non previsto, dopo un intervento non riuscito di chiusura delle tube alla madre.

59

Si era sottoposta all’intervento di chiusura delle tube, ma quando due anni dopo ha scoperto di essere incinta ha subito realizzato che qualcosa non fosse andato a buon fine. Così una madre e un padre hanno deciso di fare causa agli Spedali Civili di Brescia, che dovranno versare alla coppia di genitori una cifra pari a 92mila euro, calcolati dal tribunale civile come 300 euro al mese fino al compimento del 25esimo anno di età del bambino non previsto. Secondo i consulenti tecnici del giudice – come riporta il Giornale di Brescia, che ha diffuso la notizia – l’intervento di sterilizzazione non fu eseguito correttamente.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.