Coronavirus, Comazzi (Fi): Consiglio dei ministri si riunisca a Milano

0
208

“In tempo di emergenza il Consiglio dei Ministri si riunisca a Milano: la richiesta arriva da Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia. “La Lombardia – afferma – è la regione italiana più colpita dal contagio: a distanza di un mese e mezzo da questa tragedia, il premier Conte non si è mai visto dalle nostre parti. Riunire il Consiglio dei Ministri a Milano – prosegue – sarebbe un importante segnale di vicinanza, anche fisica, nei confronti delle migliaia di persone colpite da questo virus e dalle sue terribili conseguenze. Si potrebbe svolgere una seduta straordinaria o mantenere questa impostazione finché persiste l’emergenza, modi e tempi li decida il capo del Governo”. A detta dell’azzurro “la presenza di tutti i ministri nel Nord Italia, in occasione del Consiglio, garantirebbe anche un dialogo costante tra il Governo e gli attori sociali: medici, imprenditori, sindacati, associazioni di categoria, volontari, per un confronto diretto e costante che in queste settimane è venuto a mancare. Da giorni – afferma – è montata una polemica faziosa sulla gestione dell’emergenza in Lombardia. Al Governo chiediamo di metterci la faccia: riuniscano il Consiglio dei Ministri sotto la Madonnina, vengano a toccare con mano la situazione nel Nord e combattano in prima linea come facciamo noi da febbraio a questa parte”.

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteWeekend di Pasqua a Milano, controlli con droni e sanzioni [FOTO]
Articolo successivoCoronavirus, servono gli esperti. Ma quelli, forse, così esperti non sono
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.