Consigliere M5s citofona alla sede della Lega chiedendo dei 49 milioni [VIDEO]

225
Il consigliere regionale M5S, Marco degli Angeli

Nel primo pomeriggio di oggi il Consigliere regionale del M5S Lombardia Marco Degli Angeli si è presentato in via Bellerio 41 a Milano, il quartier generale della Lega, e ha suonato al citofono per chiedere conto dei 49 milioni di euro che ha incassato illecitamente dal 2008 al 2010.

Marco degli Angeli dichiara: “Ovviamente è una provocazione: non si risolvono i problemi degli italiani suonando ai citofoni. Mi aspettavo però che mi aprissero: avrei sollecitato il partito a fare massima chiarezza su questa vicenda che ha danneggiato tutti i cittadini.È chiaro però che Salvini non può permettersi di dare lezioni di morale e giustizia a nessuno e non può trasformare le piazze in tribunali.Non mi risulta che da Ministro dell’Interno Salvini sia stato così proattivo nel suonare il campanello a tangentisti, camorristi o a partiti che hanno incassato illecitamente rimborsi elettorali”.

Il Consigliere regionale lombardo del M5S Marco Degli Angeli si è presentato questo pomeriggio in via Bellerio a Milano,…

Publiée par Radio Lombardia sur Mercredi 22 janvier 2020

Commenti FB
Articolo precedenteSondrio, danneggiano auto e pubblicano il video sul web
Articolo successivoSmog: Legambiente lancia “Detox Milano”, sette giorni senz’auto
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.