“Oggi ho incontrato il sindaco di Milano Giuseppe Sala, e siamo entrati nella fase operativa per la pre Cop e Youth for the Cop, due eventi che si terranno a Milano a fine settembre”. Così in una nota il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa. “Sarà una tappa fondamentale del percorso verso la Cop a Glasgow – ha aggiunto il Ministro – che si pone il fine di trovare una strategia globale per combattere i cambiamenti climatici. L’apporto dei giovani di tutto il mondo sarà dunque fondamentale e la città di Milano non sarà cornice, ma protagonista con la sua forza, la sua capacità di coinvolgimento, la sua modernità e il suo ruolo di player su alcuni temi chiave: aumentare l’ambizione, implementare l’educazione ambientale, l’informazione diffusa, la fruibilità delle scienze”.
Milano coinvolgerà tutti gli stakeholders e le principali città del mondo grazie anche alla vicepresidenza di C40, la rete mondiale di città virtuose per il clima – spiega la nota del Ministero -. “C’è tanto da fare e abbiamo una visione comune: quello di Milano sarà un appuntamento fondante di un percorso che ha la grande ambizione di contrastare efficacemente i cambiamenti climatici – ha spiegato Costa -. Stiamo lavorando a grandi temi che connoteranno i lavori italiani: la rigenerazione urbana, il coinvolgimento della moda, per il suo ruolo fondamentale che vede Milano come hub riconosciuto nel mondo. E poi, ancora, il ruolo degli imprenditori, dell’universitá e della ricerca, del volontariato, degli industriali”. “Sarà dunque – ha concluso il Ministro – un’occasione significativa per mobilitare tutti i player possibili nell’azione climatica, riprendendo lo spirito dell’Accordo di Parigi ”.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteOriente Day allo spazio Base Milano
Articolo successivoIncendio in un capannone abbandonato in via Silvio Pellico a Monza
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati