La Polizia Ferroviaria lombarda fa un bilancio dell’attività svolta nel 2019: prevenzione e repressione dei reati in ambito ferroviario, vigilanza nelle stazioni, servizi di scorta a bordo treno, contravvenzioni per violazione al regolamento di polizia ferroviaria, controlli ai centri di raccolta di materiale ferroso e rintraccio di persone scomparse. Questi sono solo alcuni degli aspetti che caratterizzano l’attività ordinaria che ogni giorno viene svolta dai poliziotti della “Specialità ferroviaria”, a cui si sono aggiunte numerose giornate di controlli straordinari come quelle organizzate durante le festività natalizie e di fine anno, appena concluse.

Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019 il personale dipendente del Compartimento Polfer per la Lombardia ha effettuato 30.098 servizi di vigilanza negli scali ferroviari, 12.700 servizi di scorta ai treni viaggiatori e 30.070 treni sono stati scortati, 4.514 servizi di pattuglia alle linee ferroviarie, 2.283 servizi antiborseggio, 124 pattuglioni straordinari, 1.028 persone proposte per provvedimenti di PS, 81 minori rintracciati, 1381 contravvenzioni al Regolamento Polfer sono state elevate, 646 le contravvenzioni elevate per infrazioni al Codice della Strada, 468 le persone accompagnate presso gli Uffici di Polizia, 208.056 le persone sospette che sono state identificate, 3017 le persone denunciate in stato di libertà, 344 le persone arrestate, 106 le persone scomparse rintracciate ( di cui 81 minori) , 275 sono stati i servizi di controllo ai rottamai, 3 le sanzioni contestate per violazione alle norme sulle merci pericolose per un totale di euro 11.450,00.

Commenti FB
Articolo precedenteUn mondo dentro – Clausura e carcere la mostra di Eliana Gagliardoni [Gallery]
Articolo successivoRibattezzato “Nulla da perdere”, arrestato rapinatore seriale [VIDEO]
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.