Anziana uccisa per pochi euro, confessa il dipendente fermato

143

E’ uno dei dipendenti della cascina, un cittadino bulgaro di 22 anni, l’uomo fermato per l’omicidio di Carla Quattri Bossi, 90 anni, trovata morta domenica mattina in una cascina di Ronchetto delle Rane, nella periferia sud di Milano, un casolare dove erano in corso lavori di ristrutturazione per la trasformazione in un agriturismo. L’uomo nella notte ha confessato l’omicidio. Ha detto che si è trattato di uno scatto d’ira perché l’anziana non voleva dargli poche decine di euro che le aveva chiesto. L’ha colpita con un barattolo di marmellata colpendola alla testa. Poi è andato in discoteca. La polizia ha trovato nell’abitazione dell’uomo monili che appartenevano alla vittima, tracce di sangue, un’impronta di una scarpa compatibile con quelle presenti sulla scena del crimine e i vestiti che avrebbe indossato al momento del delitto, già in lavatrice.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.