Epifania fredda poi temperature in aumento

52

Il nucleo di aria gelida che sta scivolando sui Balcani lunedì coinvolgerà ancora parzialmente la nostra Penisola, rendendo l’Epifania decisamente fredda ma anche, nel complesso, asciutta, mentre i forti venti settentrionali che accompagnano le correnti gelide spazzeranno più che altro il Sud. Dopo questa breve parentesi di tempo decisamente invernale, un nuovo rinforzo dell’alta pressione favorirà il ritorno a condizioni meteo più stabili: tra martedì e venerdì quindi sono attese giornate in generale soleggiate e poco fredde, ma con il fastidio di molte nebbie al Nord.

PREVISIONI PER LA GIORNATA DELL’EPIFANIA

Nuvole al Sud ma alternate a momenti di tempo bello e con poche piogge più che altro al mattino in Calabria, sui cui rilievi cadrà la neve oltre 400 metri. Tempo bello e soleggiato nel resto d’Italia. Al mattino qualche nebbia sulle pianure del Nord, specie lungo il corso del Po. Temperature quasi ovunque in calo nei valori massimi. Clima freddo al Sud, accentuato dai venti moderati o forti di Tramontana. Martedì giornata tra sole e nuvole in Piemonte, Liguria, Toscana e Sardegna, comunque senza piogge. Bello e soleggiato nel resto d’Italia. Qualche nebbia mattutina in Valpadana. Temperature massime in lieve calo al Nord, in sensibile crescita invece nel resto d’Italia. Nella seconda parte della settimana la probabile formazione di un campo di alta pressione proprio sopra l’Italia assicurerà ancora condizioni di prevalente stabilità atmosferica. Le giornate potranno essere localmente nebbiose sulla bassa valle padana. Le temperature aumenteranno sensibilmente su quasi tutto il Paese portandosi al di sopra della norma, specialmente al Centro-Nord e sulle Alpi. Mercoledì non si esclude ancora qualche pioggia sulla Sardegna, soprattutto sul settore tirrenico.

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.