Sondrio, dal sindaco sentite condoglianze ma silenzio sugli insulti razzisti

467
Il sindaco di Sondrio

“Le più sentite condoglianze alla giovane mamma e alla sua famiglia” e l’auspicio di “una partecipazione al dolore composta e rispettosa” ma nessuna condanna alle frasi razziste pronunciate da diverse persone nella sala d’attesa del pronto soccorso dell’ospedale di Sondrio nei confronti della giovane mamma nigeriana alla quale è morta la figlia di soli cinque mesi. Il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini, eletto nel 2018 con il 60,37% dei voti, sostenuto da una coalizione di centrodestra formata da Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia oltre ad alcune liste civiche, è intervenuto esprimendo “a nome di tutta la cittadinanza” il cordoglio per questa “tragedia così grande”. “Sicuro che la comunità sondriese saprà far sentire la propria vicinanza a una famiglia così duramente colpita – ha detto ancora Scaramellini – auspico una partecipazione al dolore composta e rispettosa”. “Di fronte a una mamma che perde la propria figlia non resta che stringersi idealmente attorno a lei, in silenzio e in meditazione”. Non una parola da parte di Scaramellini, per ora, di fronte agli insulti razzisti che alcuni suoi concittadini hanno rivolto alla giovane mamma mentre urlava al pronto soccorso: lui è in “silenzio e meditazione”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.