Ramelli, appello di politici di destra per non vietare il corteo

63

Oltre 60 tra parlamentari, eurodeputati e consiglieri regionali, comunali e municipali di Lega e Fratelli d’Italia hanno firmato un appello al prefetto, al questore e al sindaco di Milano perché «non si vieti» il corteo per Sergio Ramelli, morto a 18 anni il 29 aprile 1975, dopo che era stato aggredito da militanti di Avanguardia Operaia. A promuovere l’iniziativa sono CasaPound Italia, Forza Nuova e Lealtà Azione che hiedono dunque di poter organizzare il 29 aprile a Milano un corteo-fiaccolata che parta da Piazzale Susa e che sfili per viale Romagna, via Beato Angelico per poi terminare in via Paladini. “Non possiamo consentire che di nuovo si lasci spazio a una parata nera” dichiara Matteo Prencipe, segretario provinciale di Rifondazione Comunista – Serve una grande mobilitazione antifascista”.  “Un conto è ricordare le vittime della violenza, altro conto è tramutare il ricordo in aperta apologia del fascismo”: per questo, Anpi chiede al Sindaco di Milano, al Prefetto e al questore di impedire la manifestazione in ricordo di Ramelli  del 29 aprile.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.