Autonomia, frenata dei 5 Stelle

54

Il Consiglio dei ministri ha avviato l’esame delle intese sull’autonomia con Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna . Ma il M5s frena e dice «No a cittadini di serie A e B». La Lega ribadisce che il treno dell’autonomia ha solo subito uno stop, ma partirà presto . Non ci saranno cittadini di serie A e di serie B” ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini lasciando Palazzo Chigi al termine del Consiglio dei ministri che ha iniziato l’esame delle intese. “La prossima settimana ci sarà un vertice politico” sull’Autonomia,ha detto il ministro  Salvini
Il tema di fondoono le risorse finanziarie che Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna reclamano per gestire le nuove competenze: 23 quelle richieste da Veneto e Lombardia, 16 quelle reclamate dall’Emilia.
Nella maggioranza, il M5S ha fatto sentire la propria inquietudine con il presidente della Commissione Cultura, Luigi Gallo: “Tutta questa fretta e riservatezza nel definire una trasformazione epocale non ha alcun senso. Il dibattito sull’ autonomia differenziata va reso pubblico e va parlamentarizzato”. E i gruppi di Camera e Senato del M5s hanno preparato un dossier sul tema dell’Autonomia molto critico sul modo in cui si sta procedendo, in cui si sottolinea il rischio che si creino “cittadini di serie A e di serie B” se prima delle Intese non si definiscono i Livelli essenziali delle prestazioni (Lep) da assicurare ai cittadini di tutte le regioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.