Padri gay, Sala: agiamo senza indicazione governo

70

“A seguito dell’ordinanza del tribunale gli uffici hanno trascritto. Quindi non per indicazione politica. La Giunta ne ha preso atto e a questo punto si rinvia alla discussione in Consiglio per capire che indicazioni politiche arriveranno. Non essendoci a questo punto più l’urgenza è giusto dare spazio al consiglio e alla commissione comunale convocata sul tema alla quale andrà l’assessore Coco e il dirigente del settore. Poi la Giunta legittimamente farà la sua parte. ” Lo ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala , a margine di un convegno dell’Unione Artigiani al Palazzo delle Stelline, in riferimento alla trascrizione dell’atto di nascita del bambino nato da due padri gay. “La mia posizione – ha proseguito il sindaco – è abbastanza di apertura poi voglio capire come tutelare situazioni particolarmente rischiose. La domanda che ci stiamo facendo è: può il Comune di Milano negare giuridicamente una decisione presa dal governo di un altro Paese? Mi rincresce che noi avevamo già fatto una richiesta al governo precedente di chiarimento da questo punto di vista e non abbiamo mai avuto risposta. Quindi, – ha concluso Sala – saremo costretti ad agire in mancanza di un’indicazione del governo.”

Commenti FB
Ads

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.