Moschee, per il Tar la legge regionale viola i diritti dei fedeli

55

Il Tar della Lombardia ha  dato ragione ad un’associazione islamica di Sesto Calende, nel varesotto, che ha fatto ricorso contro il rifiuto del comune di realizzare un luogo di culto islamico . In sostanza i giudici amministratori hanno evidenziato profili di incostituzionalità nella normativa regionale, la legge lombarda per il governo del territorio. “La mancata previsione da parte della norma regionale di tempi certi di risposta alle istanze dei fedeli crea una situazione di attesa e incertezza che è un ostacolo alla esplicazione del diritto di libertà religiosa” scrivono i giudici. “Deciderà la Corte Costituzionale, che in realtà ha già deciso e ri-deciderà”, così il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato la sentenza espressa dal Tar in merito alle moschee.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.