Il Mondiale di Volley Maschile arriva oggi a Milano, dove si giocherà in contemporanea con Bologna, Sofìa e Varna la seconda fase del campionato Italia-Bulgaria 2018.

La nazionale italiana di Chicco Blengini sta avanzando verso la finale di Torino portando con sé nuovi appassionati di pallavolo, trascinati dall’entusiasmo di una squadra che, partita dopo partita, sta dimostrando di essere un padrone di casa all’altezza della situazione. Non solo i palazzetti registrano i sold out in occasione dei match degli azzurri, ma anche in televisione si registra uno share di ascolto costantemente superiore al 9%.
 
Insomma, la pallavolo sta finalmente avendo il riscontro di pubblico che merita e Milano si è preparata ad accogliere al meglio le 4 squadre che si affronteranno sul campo in questo secondo turno, previsto dal 21 al 23 settembre. Ed esattamente come la città che lo ospita, Il Mediolanum Forum di Assago, simbolo dell’Olimpia basket e sede di grandi concerti, ha cambiato pelle per adattarsi ad una nuova avventura: in questi due giorni, il pavimento in legno che tutti conosciamo è stato rivestito appositamente da una superficie tecnologicamente all’avanguardia, in grado di salvaguardare gli atleti dagli infortuni grazie all’elasticità del materiale. Oltre 750mq di Taraflex in tre colori -Coral per l’area di difesa, Terracotta per l’area d’attacco posta 3 metri sotto rete e Teal per la zona libera– tagliati e rifiniti, ricoprono ora il terreno di gioco e sono pronti a regalare a Milano una nuova e purissima emozione.

Commenti FB
Articolo precedenteMattarella a Monza visita i bambini del centro Verga
Articolo successivoInge Feltrinelli, ultimo saluto a Palazzo Marino
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.