Palazzo Marino in musica con il Trio Kanon

243
Trio Kanon

Prosegue la rassegna Palazzo Marino in Musica, con il terzo concerto gratuito della stagione dedicata all’Oriente. Domenica 1° luglio, alle ore 11.00, il Trio Kanon, composto dalla violinista giapponese Lena Yokoyama, dal violoncellista Alessandro Copia e dal pianista Diego Maccagnola, propone due fra le più belle pagine per trio di archi e pianoforte di compositori contemporanei nati in Oriente, ma attivi professionalmente negli Stati Uniti e in Europa: i Four Movements for Piano Trio (1990) del compositore cinese Bright Sheng e il Trio per violino, violoncello e pianoforte (2013) Toshio Hokosawa, ritenuto attualmente il più importante compositore giapponese dopo Takemitsu.
In programma anche Il Trio in la minore (1914) di Maurice Ravel, che risente delle suggestioni medievali della Passacaglia, fino alle melodie dal sapore orientale, e il prezioso brano D’un matin de Printemps (1918) della compositrice parigina Lili Boulanger, dall’andamento vivace e virtuosistico, non lontano dalla scrittura cristallina e, al tempo stesso, suadente di Ravel.

Il Trio Kanon, il cui nome nasce dall’unione di due parole giapponesi “Ka”, fiore, e “On”, musica, è stato fondato a Cremona nel 2012. Ha vinto alcuni tra i più prestigiosi premi europei e si esibisce nei più importanti teatri italiani e in Europa, Cina, Stati Uniti e Giappone, dove ha suonato presso il Music Salon Amadeus di Kobe, l’Aqua Cultural Center di Toyonaka e la Petit L-Hall di Osaka.

Programma:
Bright Sheng (Shanghai, 1955)
Four Movements for Piano Trio
Toshio Hosokawa (Hiroshima, 1955)
Trio per violino, violoncello e pianoforte
Lili Boulanger (1893-1918)
D’un matin de printemps, versione per piano trio (1918)
Maurice Ravel (1875-1937)
Trio per violino, violoncello e pianoforte in la minore (1914)

Trio Kanon
Lena Yokoyama, violino
Alessandro Copia, violoncello
Diego Maccagnola, pianoforte

Ingresso gratuito con prenotazione. Per motivi di sicurezza, al momento dell’ingresso a Palazzo Marino, è obbligatorio mostrare un documento di riconoscimento.

80 biglietti gratuiti potranno essere riservati online sul sito www.palazzomarinoinmusica.it a partire dalle 14.00 di giovedì 28 giugno.

40 biglietti gratuiti saranno disponibili presso InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche a partire dalle ore 14.00 di giovedì 28 giugno. Per ritirare i biglietti cartacei è necessario comunicare il proprio nominativo e quello del proprio accompagnatore. Sarà possibile ritirare fino a due biglietti a persona.

InfoMilano – Ufficio Informazioni Turistiche
Galleria Vittorio Emanuele angolo Piazza della Scala
Tel. 02 88 45 55 55 
Orari d’apertura: lunedì – venerdì 9.00-19.00; sabato: 9.00-18.00.

Commenti FB
Articolo precedenteNOFX e compagnia “Punk in Drublic”: festival imperdibile al Magnolia di Segrate il 28 Giugno
Articolo successivoC’era una volta Chiara Ferragni.
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati