ANDREA GIBELLI Presidene FNM: Il presidente di FNM Andrea Gibelli si sta recando sul luogo dell’incidente avvenuto questa mattina, nella tratta di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi) all’altezza di Pioltello. Il presidente Gibelli esprime il proprio “profondo cordoglio” per le vittime e vicinanza alle persone ferite.

ROBERTO MARONI Presidente Regione Lombardia: “Esprimo il cordoglio e la vicinanza della Regione alle famiglie delle vittime e dei feriti del
terribile incidente ferroviario avvenuto questa mattina. Sono in contatto costante con i vertici delle Ferrovie dello Stato, di Ferrovie Nord, Trenord e Areu che stanno accertando le cause dell’incidente”. Lo dichiara il presidente della Regione Lombardia a proposito dell’incidente ferroviario di questa mattina tra Pioltello e Segrate. Il presidente si rechera’ a breve sul posto.

GRAZIANO DEL RIO Mininistro dei trasporti: Presente sul posto con l’Agenzia nazionale della sicurezza ferroviaria del Mit.  Riguardo il deragliamento avvenuto tra Segrate e Pioltello, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, esprime “cordoglio per le vittime dell’incidente ferroviario, vicinanza ai feriti, ai familiari e a tutti i viaggiatori coinvolti. Il diritto alla mobilità deve partire dalla sicurezza delle persone come garanzia imprescindibile. In questa direzione occorre continuare a lavorare da parte di tutti.
E’ presente sul posto l’Agenzia nazionale della Sicurezza Ferroviaria del Mit per condurre accertamenti ispettivi sulle cause tecniche dell’incidente”.
GIUSEPE SALA Sindaco di Milano: “I morti sul lavoro della scorsa settimana e, oggi, il grave incidente ferroviario a Pioltello. La Milano delle sue fabbriche e dei suoi pendolari. Milano e lavoro, intreccio indissolubile anche nei giorni del dolore. Dobbiamo moltiplicare gli sforzi sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e nei trasporti, è un essenziale dovere civile”. Lo scrive il sindaco di Milano Giuseppe Sala su Facebook.  Per il sindaco, giunto sul posto, bisogna “ripartire dalle solide infrastrutture. In primis, i collegamenti ferroviari e la sicurezza dei pendolari: da lì bisogna ripartire, ma mi sembra ovvio”.
I vigili del fuoco sul luogo dell’incidente
GIORGIO GORI candidato di centrosinistra Presidenza Regione Lombardia:
“Sono ore di angoscia e di dolore per il grave incidente ferroviario di Pioltello. Vanno accertate le cause, ma prima di tutto voglio esprimere la mia vicinanza ai familiari delle vittime e alle persone ferite”. Lo scrive il candidato di centrosinistra alla presidenza della Regione Giorgio Gori su Twitter in merito all’incidente ferroviario di stamani.
ATTILIO FONTANA candidato di centrodestra Presidenza Regione Lombardia:
“Sono sconvolto e addolorato per la tragedia del treno deragliato questa mattina nel milanese, sono addolorato per le vittime, sono preoccupato per i feriti e sono vicino alle loro famiglie. Ringrazio tutti i soccorritori per il tempestivo intervento effettuato.
Adesso sarà necessario fare chiarezza sul perché di questo incidente, su cosa non abbia funzionato: ma è chiaro che tutti gli investimenti necessari per assicurare la massima sicurezza alle nostre infrastrutture e ai nostri treni devono essere una priorità”. Lo afferma il candidato Governatore del centrodestra per la Regione Lombardia, Attilio Fontana.
DARIO VIOLI Candidato Presidenza Regione Lombardia M5S:
“Sono senza parole. Non si può morire da pendolare. Il mio cordoglio va alle famiglie delle vittime dell’incidente ferroviario avvenuto stamattina alle porte di Milano.
Indipendentemente dalle cause e responsabilità, che devono essere accertate al più presto, è inevitabile una riflessione urgente sullo stato di linee ferroviarie regionali da Terzo Mondo alla luce di decenni di tagli, mancati investimenti in manutenzione e ammodernamento delle linee”, così Dario Violi candidati presidente del M5S Lombardia.
ONORIO ROSATI Candidato Presidenza Regione Lombardia Liberi e Uguali: “Esprimo la mia vicinanza ai familiari delle vittime e ai feriti del drammatico incidente ferroviario di questa mattina tra Segrate e Pioltello, dove un convoglio di pendolari di Trenord è deragliato. Seguo con apprensione la situazione che è ancora in evoluzione, Vigili del fuoco e forze dell’ordine sono sul luogo dell’incidente. Bisogna accertare il prima possibile la dinamica di quanto accaduto e individuare le responsabilità – afferma Onorio Rosati, candidato presidente di Liberi e Uguali in Lombardia -. Come sempre, spregiudicato e cinico il segretario della Lega che anche in questa drammatica circostanza invece di stare in silenzio, in attesa di conoscere la dinamica dell’incidente, si lancia in uno sproloquio per scaricare la responsabilità a tutti, tranne a chi ha governato, loro, la Regione Lombardia negli ultimi 23 anni.”
PAOLO RAZZANO segretario metropolitano reggente Federazione del Pd Milano Metropolitana: “È una notizia che getta nell’angoscia quella del treno dei pendolari deragliato stamattina tra le stazioni di Segrate e Pioltello. Tutto il PD Milano Metropolitana si stringe al dolore delle famiglie delle vittime e ai feriti, mentre seguiamo con apprensione le operazioni di soccorso. Siamo vicini anche alle amministrazioni comunali coinvolte in queste ore, tra cui quelle di Segrate e Pioltello”.  Questo il messaggio di cordoglio espresso dal segretario metropolitano reggente, Paolo Razzano, a nome di tutta la Federazione del Pd Milano Metropolitana.
MATTEO SALVINI, Lega: “C’e’ da pregare e sperare che lo splendido lavoro dei volontari e degli infermieri salvi le vite salvabili e poi c’è da capire il perché è successo. Ogni volta che si parla di interventi economici a Roma, c’è una riga sui tagli al trasporto pubblico locale”. Lo ha detto il segretario della Lega Matteo Salvini in merito all’incidente ferroviario di stamani tra Pioltello e Segrate, intervenendo a Mattino Cinque. “Magari – ha aggiunto – questo evento è fortuito ma forse prima di tagliare sulla sicurezza e sulla manutenzione bisognerebbe valutare dove tagliare”.

FRATELLI D’ITALIA: “La tragedia di questa mattina a Seggiano di Pioltello ha colpito tutti profondamente. Siamo vicini alle famiglie delle vittime, ai feriti e a tutti i loro cari, che in queste ore stanno vivendo momenti drammatici e di profondo dolore. Lasciamo che la magistratura porti a termine il proprio lavoro, determinando le cause del deragliamento, adesso è solo il momento del lutto e della solidarietà. Vogliamo ringraziare anche i soccorritori, i medici, i vigili del fuoco e le forze dell’ordine che in queste ore stanno dando l’anima per aiutare nel migliore dei modi chi era sul treno e chi sta aspettando notizie dei propri familiari. Certo, come dice Giorgia Meloni, morire così nel 2018 è inaccettabile”. Lo dichiarano per Fratelli d’Italia Riccardo De Corato, capogruppo in Regione Lombardia, e Paola Frassinetti, portavoce regionale della Lombardia, sul deragliamento a Seggiano di Pioltello.

Un’immagine dall’alto del luogo dell’incidente

BARBARA MEGGETTO Legambiente Lombardia:  Una notizia che non si vorrebbe mai leggere quella di un grave incidente ferroviario dove si contano vittime e feriti. Ogni giorno in Lombardia si spostano migliaia di pendolari, quasi 800mila l’anno, che prendono treni per recarsi al lavoro. Nel rapporto Pendolaria redatto da Legambiente e presentato solo qualche giorno fa, i dati hanno rilevato come i convogli che viaggiano quotidianamente sulla linee, anche nella nostra regione, su alcune tratte versino in condizioni inaccettabili, troppo spesso soggetti a guasti, per lo più dovuti all’età dei convogli stessi. La linea Cremona-Milano è stata, tra l’altro, segnalata come una delle peggiori in Lombardia: conta oltre 10 mila pendolari giornalieri, su treni lenti e sovraffollati, dall’età media di 17 anni.  “Al momento deve prevalere la cautela – dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia – Siamo vicini alle famiglie delle vittime e dei feriti di questo tragico incidente. Il sistema ferroviario è molto stressato, bisogna ricercare le cause per capire dove siano stati i limiti, se il problema si sia presentato a livello strutturale all’altezza dello scambio dei binari o del carrello del treno, visto che sulla linea circolano ancora modelli obsoleti, soprattutto negli orari di maggior affluenza di pendolari. Non è pensabile che nel 2018 non si possa viaggiare sui mezzi pubblici in sicurezza”.

Cgil, Cisl e Uil Lombardia : Cgil, Cisl, Uil, Filt, Fit, Uilt della Lombardia, assieme ai lavoratori, esprimono il più profondo cordoglio e la loro vicinanza alle vittime del drammatico incidente ferroviario verificatosi stamane in prossimità della stazione di Pioltello dovuto al deragliamento di un treno pendolari. In attesa che gli organismi competenti accertino le responsabilità di quanto accaduto, le organizzazioni sindacali chiedono un incontro urgente con le aziende di trasporto ferroviario coinvolte e Regione Lombardia per fare al più presto chiarezza sulla dinamica dell’accaduto, per evitare che tali drammatici episodi si ripetano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.