Palazzina Liberty in Musica

0
689

È stata presentata oggi la stagione 2017/18 di “Palazzina Liberty in Musica”, un cartellone di 177 appuntamenti, di cui 28 concerti didattici e 16 matinées di teatro musicale per le scuole. La Civica Orchestra di Fiati di Milano raddoppia quest’anno i propri appuntamenti con un programma decisamente cosmopolita, inaugurato dal direttore americano David Whitwell, fra le maggiori personalità nello scenario internazionale della direzione bandistica. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

La Risonanza

Sempre più numerosi gli interpreti invitati nella XXVI stagione di “Milano Classica”, quest’anno intitolata “Milano fantastica”: ad artisti ospiti più affermati – Pierre Hantaï, Vanni Moretto, Didier Talpain, Gemma Bertagnolli, Bruno Canino, Luisa Prandina, fra gli altri – si affiancano promesse del concertismo internazionale come Orazio Sciortino e Yuri Bogdanov.

Mario Carbotta

Giunto alla XII stagione e al terzo anno di residenza in Palazzina Liberty, il “Festival Liederìadi” propone quest’anno un programma di otto concerti tra liederistica (Rachmaninov, Rossini e Debussy nel centenario della morte) e musica corale, con due appuntamenti dedicati al compositore italiano Mario Castelnuovo-Tedesco nell’ambito del palinsesto “Novecento Italiano”, promosso da Comune di Milano|Cultura per la riscoperta delle arti del XX secolo.

In residenza in Palazzina Liberty per il terzo anno consecutivo, “La Risonanza” prosegue nell’opera di divulgazione dei capolavori di J.S. Bach, dedicando un progetto specifico ai giovani talenti. Consolidata ospitalità di Palazzina Liberty in Musica, “La Sala dei Tanti” propone un fitto programma di matinées per le scuole con spettacoli di educazione musicale rivolti a bambini e ragazzi di diverse età. Tre gli spettacoli in programma: “Le note di Arlecchino”, “Lo Schiaccialuci” e il “Carnevale degli animali”.

Le Cameriste Ambrosiane

Novità della stagione “Palazzina Liberty in Musica” 2017/18 sono gli spettacoli d’opera e operetta nella stagione lirica “Invito all’opera” de “La Compagnia del BelCanto”: fra i classici in programma “La Bohème”, “Gianni Schicchi” e “La Traviata”. Gli spettacoli sono proposti in forma tradizionale, dal vivo e in costume d’epoca e realizzati fedelmente secondo le versioni originali.

Da segnalare in cartellone anche il progetto “L’albero della vita”, cui è dedicata l’edizione 2018 del Festival Meetings, il palinsesto che mette in rete orchestre e cori giovanili degli istituti e scuole medie a indirizzo musicale della Città Metropolitana di Milano.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteEquilibrium, il nuovo album di Giovanni Allevi
Articolo successivoAvvelenamento da tallio, ricoverati anche il marito e la badante
Luca Levati
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.