Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, in collaborazione con le Associazioni regionali dell’Agricoltura, presentano i risultati dell’indagine congiunturale sulla situazione del settore agricolo lombardo nel quarto trimestre 2015. Il 2015 si chiude con la conferma della situazione di crisi in cui versa l’agricoltura regionale da un anno e mezzo a questa parte, causata da una domanda interna ancora debole, nonostante la ripresa dei consumi, e da un eccesso di offerta sui mercati internazionali. Anche il commercio estero, la cui crescita ha contrastato a lungo il calo della domanda interna, nell’ultimo periodo ha evidenziato un rallentamento. Nonostante ciò il quarto trimestre registra un lieve miglioramento per la maggior parte degli indicatori grazie al trend decrescente dei costi produttivi e ai segnali di risveglio delle quotazioni di alcuni prodotti. Proseguono le difficoltà della zootecnia, soprattutto per quanto riguarda il latte e le carni suine, e, in misura minore, della cerealicoltura, mentre si conferma il buon stato di salute del comparto vitivinicolo.  L’indagine congiunturale sull’agricoltura lombarda è promossa da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, in collaborazione con le Associazioni regionali dell’Agricoltura. La metodologia di analisi è basata su interviste quali-quantitative ad un panel di aziende lombarde particolarmente rappresentative e a testimoni privilegiati del mondo agricolo organizzato e della filiera agroalimentare, in grado di fornire informazioni e indicazioni non solo sulle dinamiche congiunturali, ma anche sui trend di medio periodo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.