SIMON PHILLIPS “Protocol IV”: in tour in Italia a fine Ottobre

1917

Il quartetto PROTOCOL IV sarà a breve in Italia: protagonista del tour il batterista britannico SIMON PHILLIPS, storico membro dei TOTO, nonché uno dei batteristi più rinomati e rispettati del mondo. Il suo stile talentuoso non solo riflette il suo dono tecnico ma anche la sua sensibilità musicale: che si tratti di Rock, Fusion o Jazz, Simon applica la stessa precisione e intensità allo strumento, e non fa mai mancare emozioni e sensazioni.

Figlio d’arte (il padre Sid Phillips era un noto musicista dixieland), la sua grande carriera si apre nel 1972 con una chicca: ha suonato nel famosissimo musical Jesus Christ Superstar“, mentre già in quegli anni lavorava come turnista in Gran Bretagna e negli Stati Uniti… Mike Oldfield, Jeff Baxter, John Entwistle, Joe Walsh e Keith Emerson (Emerson, Lake e Palmer) sono soltanto alcuni dei primi nomi altisonanti con cui ha collaborato, cui si sono aggiunti poi tra gli altri un certo Mick Jagger, Stanley Clarke, Asia, Jeff Beck e Brian Eno. Dal 1992 (dopo la scomparsa di Jeff Porcaro) al 2014 è stato membro dei Toto, che ha lasciato per proseguire la sua carriera solista. In pochi lo sanno ma fu Phillips a suonare la batteria (a soli 20 anni!) sull’album Sin After Sin dei Judas Priest, il loro secondo album targato 1977 prodotto da Mr Roger Glover (Deep Purple). Tra le collaborazioni più “hard” nel suo curriculum ci sono anche Michael Schenker, Gary Moore, Steve Vai, The Who e i Planet X di Derek Sherinian (ex Dream Theater) in cui ha sostituito Virgil Donati.

Simon si dedica anche – nel Phantom Recordings Studio di sua proprietà a Sherman Oaks (California) – all’attività di produttore ed ingegnere del suono, spesso in compagnia del chitarrista e amico di lunga data Mike Oldfield.

Col monicker Protocol (progetto inizialmente solo discografico in cui Simon suona tutti gli strumenti!) ha inciso 3 album dal 1988 al 2015. Le 5 date italiane di fine Ottobre aprono il nuovo tour europeo di oltre 30 date per i magnifici quattro.

Insieme a Simon, saldo dietro la sua batteria Tama (marchio cui è fedele da 30 anni!), sul palco di questo tour italiano troveremo anche Greg Howe alla chitarra: nei suoi 30 anni di carriera ha prodotto, scritto e arrangiato ben 9 album in studio strumentali, da solista e collaborato con artisti del calibro di Dennis Chambers, Victor Wooten, Billy Sheehan, Stu Hamm, Dave Weckl e molti altri, anche se in cima al suo curriculum resta la sua partecipazione come turnista nel mega tour “Dangerous” con Michael Jackson.

Al pianoforte ci sarà il venezuelano Otmaro Ruiz, pianista jazz tra i più importanti della scena attuale, conosciuto per la sua versatilità e virtuosità. Ha collaborato con grandissimi artisti tra cui Gino Vannelli, Alex Acuña, Justo Almario and Abraham Laboriel.

Al basso, Ernest Tibbs, laureato presso “Institute of Technology” nel 1989 e premiato “Bass Student of the Year”. Da allora ha continuato a sviluppare la sua impressionante lista di crediti, che comprende i nomi di Natalie Cole, Dionne Warwick, Gladys Knight (musical Madam Lilly), James Ingram, Melba Moore, Eloise Laws e Debra Laws.

SIMON PHILLIPS “Protocol IV”  – Dal 27 al 31 OTTOBRE 2017 in Italia

Venerdì 27 OTTOBRE @ Teatro Ristori – VERONA

Prevendite biglietti: presso la biglietteria del teatro tel. +39 045 6930001

www.geticket.it/

Sabato 28 OTTOBRE @ Revolver Club – San Donà Di Piave (VENEZIA)

Prevendite biglietti: tel. +39 393 009 1409

www.mailticket.it/

Domenica 29 OTTOBRE @ Crossroads Live Club – Osteria Nuova (ROMA)

Prevendite biglietti: tel. +39 06 3046645

www.bookingshow.it/

Lunedì 30 OTTOBRE @ Bravo Caffè – BOLOGNA – 

Martedì 31 OTTOBRE @ Bravo Caffè – BOLOGNA

Prevendite biglietti: tel. +39 051 266112

email info@bravocaffe.it

Inizio concerti ore 22 (solo a Verona inizio previsto per le ore 21)

 

PROTOCOL IV line up 2017: 

Simon Phillips – Batteria

Greg Howe – Chitarra

Otmaro Ruiz – Piano – Tastiere

Ernest Tibbs – Basso

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here