Ambrogino d’oro, lunghi applausi per Giulia Tramontano

Alla cerimonia al Teatro dal Verme è stato assegnato l'Ambrogino d'oro alla memoria di Giulia Tramontano, la giovane uccisa il 27 maggio scorso dal fidanzato mentre era incinta al settimo mense. A ritirare il premio i genitori.

20

Standing ovation e lunghi applausi per l’Ambrogino d’oro alla memoria a Giulia Tramontano, la giovane uccisa il 27 maggio scorso dal fidanzato mentre era incinta del loro figlio. La cerimonia al Teatro dal Verme di Milano oggi, nel giorno di Sant’Ambrogio. Sul palco a ritirare il premio dalle mani del sindaco Beppe Sala e della presidente del Consiglio comunale Elena Buscemi sono stati il padre Franco la madre Loredana. “La sua giovanissima vita, piena di speranza e ambizioni, viene stroncata da una violenza efferata e ripugnante che uccide anche Thiago, il bambino che porta in grembo – si legge nelle motivazioni -. Conservare il suo ricordo, onorare la sua storia, raccontare la tragedia che ne ha spezzato i sogni sono il modo per rifiutare la violenza e i soprusi contro le donne, in ogni forma e manifestazione. Un monito per tutti e tutte a rinnovare l’impegno culturale e sociale nella prevenzione e a lavorare congiuntamente per il sostegno delle vittime. Perché non sia mai più troppo tardi”.

Print Friendly, PDF & Email