Avevano appena rubato la borsa a un’anziana ed erano scappati in auto.  Quando hanno incontrato una pattuglia dei carabinieri, si sono chinati all’interno dell’abitacolo per non farsi vedere. Ma i militari hanno notato il loro gesto e hanno importo l’alt.  I due invece di fermarsi hanno accelerato: è nato così un inseguimento a folle velocità, durante il quale l’auto con a bordo i due uomini ha invaso le corsie di marcia opposta. Alla fine, i due fuggitivi sono stati raggiunti e fermati dai carabinieri. Si tratta di due 48enni di origine sudamericana. E’ successo a Biassono, in Brianza.
La perquisizione all’interno dell’auto dei due fuggitivi ha permesso ai carabinieri di individuare una borsa con all’interno i documenti di un’anziana signora che, contattata per comprendere meglio i fatti, ha confermato di aver appena subito il furto della propria borsa, contenente il portafoglio con denaro contante e documenti d’identità. Arrivata in caserma, la donna del ’38 ha spiegato che poco prima, appena finito di fare la spesa, era stata avvicinata da un uomo che, senza farsi vedere in viso, le bussava sul finestrino sinistro della propria automobile, catturando la sua attenzione. Quasi contestualmente udiva lo sportello destro aprirsi e chiudersi repentinamente e, voltatasi, non trovava più la propria borsa, appoggiata in quel sedile.
Gli ulteriori controlli sul veicolo hanno permesso di appurare che il mezzointestato a un prestanome, erainoltre sprovvisto di valida copertura assicurativa. I due 48enni di origine sudamericana,  già gravati da numerosi precedenti , sono stati arrestati dai carabinieri della Stazione di Biassono . Sottoposti a processo per direttissima, il Gip  di Monza ha disposto la misura degli arresti domiciliari per entrambi.
Commenti FB