La scorsa domenica 6 novembre, in occasione della partita Brera-Usom Calcio (risultato finale 2 – 2),  Chris Gardner, la cui vita è stata raccontata dal film “La ricerca della felicità” con Will Smith, è stata ospite del club milanese.

Il match di nona giornata del campionato di seconda categoria si è svolto in casa per il club milanese, al Brera Football Village di Linate, alla presenza delle autorità del comune di Peschiera Borromeo, i cui cittadini hanno potuto accedere gratuitamente all’evento. Ad accogliere Gardner, tra gli altri, Augusto Moretti, sindaco del comune di Peschiera Borromeo, e Daniele Pinna, assessore allo sport di Peschiera.

Chris Gardner ha salutato e conosciuto con entusiasmo i giocatori della terza squadra di Milano e assistito alla partita in tribuna d’onore accompagnato dalla dirigenza del Brera tra cui il presidente Alessandro Aleotti. Il match si è concluso con un ricco buffet e un’informale cerimonia: il sindaco Moretti ha conferito a Chris Gardner la cittadinanza onoraria di Peschiera Borromeo e Gardner ha firmato il libro degli ospiti illustri, per poi concludere il pomeriggio con un regalo per tutti i presenti: le copie autografate dei suoi libri La ricerca della felicità e Permission to Dream.

Da sx Aleotti, Moretti, Gardner e Pinna.

La visita a Milano di Chris Gardner, ospite del Brera Football Club, continua con un’agenda fitta di appuntamenti. Lunedì 7 novembre Gardner porterà i suoi saluti ai ragazzi della scuola calcio, presso l’Arena civica di Milano, mentre martedì 8 novembre alle 18.00 presenzierà all’incontro pubblico con Ernesto Pellegrini, presso il Centro Internazionale di Brera, per raccontare l’importanza della volontà, della perseveranza e di continuare a sognare.

Chris Gardner, insieme ad altri investitori statunitensi, sta supportando il progetto di sviluppo del Brera Football Club che si realizzerà nel calcio professionistico di piccoli paesi europei. La prima iniziativa ha come teatro la Macedonia del Nord, con l’acquisizione di un club di prima divisione insieme all’ex calciatore Goran Pandev.

Commenti FB
Articolo precedenteSala, la mossa di Moratti e del Terzo Polo non è una buona notizia
Articolo successivoRonzulli: Fontana è il candidato del centrodestra in Lombardia
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.