Area B, la Regione chiede la sospensione per i diesel Euro 5

Passa in Consiglio Regionale la mozione della Lega che chiede al Comune di Milano l'esenzione per i diesel Euro 5 e i benzina Euro 2 dal divieto di circolazione nella ztl. "Se Sala non ci ascolta pronti a manifestare sotto Palazzo Marino".

23

“Sono un milione i cittadini lombardi penalizzati da Area B. Stiamo parlando di migliaia di persone, fra artigiani, commercianti e liberi professionisti che ogni giorno usano il traffico su ruota per raggiungere per lavoro il capoluogo lombardo. E che di punto in bianco si vedono la porta chiusa in faccia, pena la costrizione di cambiare, a proprie spese, il loro mezzo di trasporto, se vogliono continuare ad esercitare la propria professione. E tutto questo, mentre il caro bollette sta mettendo in ginocchio mezza Italia e sta costringendo alla chiusura decine e decine di piccole e medie imprese, da Nord a Sud. La scelta scriteriata di Beppe Sala giunge come un fulmine a ciel sereno in una situazione che e’ già sufficientemente drammatica di per se stessa, senza che ci si metta anche il Comune di Milano a complicare la vita di chi e’ parte integrante del tessuto produttivo lombardo. Per tacere poi di chi viene a Milano per studio o per curarsi”. Così il vicepresidente del Carroccio al Pirellone Andrea Monti. “Per questo motivo”, spiega Monti, “con la mozione approvata oggi al Pirellone, abbiamo chiesto all’assessorato regionale competente di attivarsi con il Comune di Milano per chiedere la sospensione dei provvedimenti riguardanti il divieto di circolazione nell’area B delle auto Diesel Euro 5 e Benzina Euro 2. Purtroppo, come da copione, la Sinistra e il M5S in Regione hanno votato contro la nostra mozione, dimostrando una volta di più di essere succubi del Pd milanese e infischiandosene del fatto che stessimo chiedendo una via d’uscita per le classi più deboli, svendute in favore di un futuro accordo politico per le poltrone con il Partito Democratico”. Conclude Monti: “Se il Comune di Milano si ostinerà a fare orecchie da mercante alle legittime richieste di milioni di contribuenti, inviterò tutti i consiglieri regionali affinche’, assieme ai Primi Cittadini dei Comuni che avranno votato la nostra mozione, ad andare tutti assieme a manifestare dinnanzi a Palazzo Marino. Vedremo allora se il sindaco continuerà a tenere la testa sotto la sabbia o darà infine rispose credibili ai rappresentanti del territorio”.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.