Milan squadra dell’anno, Franco Baresi riceve il premio dal Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi

"Quest'anno il Milan sta confermando di essere in crescita, dopo la grande impresa dell'anno scorso. Vogliamo ancora stupire ed essere protagonisti in Italia e in Europa".

17

“Quest’anno il Milan sta confermando di essere in crescita, dopo la grande impresa dell’anno scorso. Vogliamo ancora stupire ed essere protagonisti in Italia e in Europa”. Lo ha detto Franco Baresi, storico capitano del Milan e attualmente dirigente della squadra rossonera, all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, ritirando il Premio assegnato al Milan come ‘Squadra dell’anno’ dal Gruppo Lombardo Giornalisti Sportivi e consegnatogli dal presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.  “Siamo felici di ricevere questo premio – ha aggiunto Baresi – perché vuol dire che abbiamo fatto qualcosa di buono. La scorsa stagione la squadra ha divertito, entusiasmato ed emozionato, per cui credo che il riconoscimento sia meritato”.

“Franco Baresi – ha affermato il presidente Fontana – è stato un grandissimo giocatore. Ha contribuito a far sbocciare il grande Milan di Sacchi e ha lasciato un’impronta nella storia del calcio italiano, europeo e mondiale. Non può esserci un altro Baresi – ha concluso Fontana – intanto perché il ruolo che occupava in campo non esiste più e, soprattutto, perché Franco Baresi è unico”.

Presente anche Antonio Rossi, sottosegretario regionale con delega allo Sport e ai Grandi eventi sportivi. “Avevo degli ottimi rapporti con la stampa – ha commentato Rossi – i giornalisti raccontavano le mie imprese. Sono nella memoria di tante persone le telecronache di Giampiero Galeazzi, fantastico narratore. I giornalisti sportivi sono importanti – ha aggiunto – e hanno anche un ruolo sociale, in quanto aiutano a far crescere il movimento sportivo e a divulgarne i valori. Con l’avvento dei social il modo di comunicare è cambiato – ha concluso Rossi – ma io rimango affezionato ai commenti di fondo, che leggo sempre con piacere”.

Commenti FB
Articolo precedenteIn Lombardia vaccino antinfluenzale anche in farmacia
Articolo successivoMilano-Meda, chiusura al traffico per due fine settimana
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.