Traffico di droga con ricetta medica, 12 arresti tra Monza e Milano

Gli arrestati sono accusati di aver organizzato e gestito un giro di spaccio di oppiacei camuffati da richieste per necessità mediche, caricando i costi sul Sistema Sanitario Nazionale, con un guadagno di oltre 2,5 milioni di euro in 4 anni.

32

Dodici arresti tra Monza e Milano per traffico di droga. Gli arrestati sono accusati di aver organizzato e gestito un giro di spaccio di oppiacei camuffati da richieste per necessità mediche, caricando i costi sul Sistema Sanitario Nazionale, con un guadagno di oltre 2,5 milioni di euro in quattro anni. Si tratta di 11 cittadini egiziani e di un medico italiano, già ai domiciliari per una vicenda analoga, che intestava le ricette per ossicodone e medicinali simili a ignari pazienti malati, disabili e con l’esenzione, ricevendo per ogni ricetta fino a 200 euro. Le accuse sono, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di droga, prescrizione abusiva, truffa ai danni dello Stato, falsità ideologica, corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, esercizio abusivo della professione e commercio o somministrazione di medicinali imperfetti. È stato il fermo di un cittadino egiziano bloccato in una farmacia di Monza, nel 2019, dove aveva appena acquistato un quantitativo spropositato di ossicodone, a far partire l’inchiesta del Comando Provinciale dei carabinieri di Monza.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.