Alcuni giorni fa molti nel parcheggio all’esterno del Bennet di Lentate sul Seveso (Mb), un uomo di 38 anni di Ceriano Laghetto (Mb), incensurato, in preda alle allucinazioni, ha improvvisamente tirato fuori un’ascia e ha cominciato a brandeggiarla nei confronti dei clienti del centro commerciale, scatenandone il panico.
In seguito alle numerose chiamate al 112, la centrale operativa della compagnia carabinieri di Seregno (Mb) ha immediatamente inviato una pattuglia che, giunta sul posto, si è subito frapposta tra il 38enne e un camionista rumeno di 31 anni, domiciliato nel canturino, che quell’uomo aveva individuato quale suo persecutore.

Dopo alcuni minuti, l’opera di dissuasione attuata dai militari ha permesso di far desistere il 38enne dai propri intenti e a convincerlo a depositare l’ascia a terra.
L’uomo, ancora in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti, è stato quindi messo in sicurezza e perquisito. Nei pantaloni aveva delle dosi di cocaina per uso personale.
Accompagnato in caserma, al termine degli accertamenti di polizia giudiziaria, il 38enne è stato denunciato in stato di libertà per porto di armi o oggetti atti offendere e segnalato all’autorità amministrativa quale assuntore di stupefacenti.
Il camionista minacciato non ha inteso sporgere denuncia per le minacce ricevute.

Commenti FB
Articolo precedenteAtm e Trenord, rincari in arrivo
Articolo successivoGru sulla metro, area dissequestrata ma trasporti in difficoltà
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.