Motocross nel cantiere della Pedemontana, denunciati 14 giovani

Dopo la denuncia della società i carabinieri della stazione di Lentate sul Seveso (Mb) hanno identificato e denunciato 14 giovani di età compresa tra i 15 e i 23 anni che sono stati colti all’interno dell’area recintata dell’ex campo base del cantiere a Lazzate.

12

Dopo la denuncia della società Autostrada pedemontana lombarda s.p.a. i carabinieri della stazione di Lentate sul Seveso (Mb) hanno identificato e denunciato 14 giovani di età compresa tra i 15 e i 23 anni che sono stati colti all’interno dell’area recintata dell’ex campo base del cantiere, a Lazzate in via f.lli Rosselli, utilizzato durante le fasi di realizzazione della autostrada. I giovani, nove dei quali sono residenti in provincia di Como (Bregnano, Cermenate, Cantù, Fino Mornasco, Limido Comasco), uno in provincia di Milano (Cernusco sul Naviglio), uno in provincia di Verbania (Domodossola), tre in provincia di Varese (Tradate e Uboldo), sono stati “fermati” mentre erano intenti a effettuare pericolose manovre con le rispettive moto e ciclomotori.
L’area è la stessa dove il 12 marzo scorso si è verificato l’incidente mortale di uno studente 16enne di Cermenate ed è da tempo stata segnalata come teatro di pericolose manovre fuoristrada da parte di giovani centauri, spesso incuranti delle insidie nascoste nell’area di un ex cantiere, non idonea per attività motociclistica.

Commenti FB
Articolo precedenteNeonata abbandonta in una scatola davanti al San Gerardo di Monza
Articolo successivoRiprende Palazzo Marino in Musica, in Sala Alessi il Quartetto Leonardo
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.