Fondazione Lombardia per l’Ambiente e Arpa Lombardia al Meeting di Rimini 2022

Dal 20 al 25 agosto, previsti un ricco programma quotidiano di approfondimenti tematici suddiviso in tre momenti e una serie di esposizioni uniche per comprendere il cambiamento climatico.

27
Ombre sul Meduna-Tramonti di Sotto 1955_ElioCiol© [Fondazione Lombardia per l’Ambiente e ARPA Lombardia ringraziano con stima e affetto Elio e Stefano Ciol, per aver messo a disposizione alcuni scatti in bianco e nero di Elio Ciol per impreziosire la presenza al Meeting 2022]

«Se vuoi coltivare la pace, custodisci il creato». Parte da questo giudizio di Papa Benedetto XVI alla Giornata Mondiale della Pace 2010 la decisione di Fondazione Lombardia per l’Ambiente e ARPA Lombardia di essere presenti alla 43esima edizione del Meeting di Rimini, in presenza da sabato 20 a giovedì 25 agosto.
Una presenza importante, come spazio occupato in una “piazza” dedicata ad Ambiente, Clima e Sostenibilità, e soprattutto come contributi, scientifici, educativi e culturali.
Per l’occasione verrà allestito un importante spazio ricco di appuntamenti educativi, scientifici e artistici, tutti i giorni in tre momenti dedicati aperti a ospiti e visitatori. Nella piazza saranno presenti numerose e originali installazioni – da una mostra sui Bio-Materiali alla riproduzione di un’Area Umida con diverse specie acquatiche fino all’esposizione di un
pezzo della “carota” estratta dal Ghiacciaio dell’Adamello – per dimostrare alcune significative azioni concrete per la cura dell’ambiente.
«Partecipare al Meeting è per noi occasione straordinaria per contribuire a sviluppare un’educazione e una cultura ambientale particolarmente urgente su temi quali il cambiamento climatico, la tutela della biodiversità, la rigenerazione del paesaggio», dichiara Matteo Fumagalli, Presidente di Fondazione Lombardia per l’Ambiente. «Negli ultimi mesi abbiamo osservato la fragilità del pianeta e dell’ambiente che ci circonda, in questo scenario le competenze scientifiche e culturali della Fondazione sono sempre più preziose per indagare e fornire supporto a Istituzioni e Imprese in materie sempre più ampie e diversificate. È il caso di ClimADA e del pezzo della carota di ghiaccio che esporremo nel nostro stand: un’opera di studio e analisi ambiziosa, con cui vogliamo ricostruire l’evoluzione del cambiamento climatico nel corso dei secoli e, soprattutto, avere elementi utili alla messa in sicurezza del territorio».
«ARPA Lombardia, grazie a un know how tecnico e scientifico di rilievo nazionale ed europeo, è in prima linea sul fronte del contrasto al cambiamento climatico e, più in generale, nella tutela dell’ambiente e del paesaggio», spiega Stefano Cecchin, Presidente di ARPA Lombardia. «La grave crisi idrica che caratterizza in queste settimane la nostra Regione è un ulteriore fronte che vede il nostro impegno e la nostra presenza attiva a fianco delle altre istituzioni e delle comunità locali. In tale contesto dominato da complessità e da timori per il nostro futuro, è particolarmente significativa e motivo di orgoglio la nostra partecipazione al Meeting per l’Amicizia fra i popoli nel prossimo agosto. Sarà per tutta ARPA occasione per condividere alcune nostre eccellenze e per ricevere, nel quadro di dialogo e confronto che caratterizza questo evento, nuove conoscenze e sollecitazioni al miglioramento».
La riproduzione di un’Area Umida All’interno dello spazio-arena sarà possibile fare un viaggio nel mondo della biodiversità, grazie alla riproduzione (in scala) di un’Area Umida che ospiterà alcune specie vegetali-acquatiche di grande valore per i nostri habitat. Il termine “zone umide” si riferisce ad un’ampia gamma di ambienti di origine naturale o antropica, temporaneamente o perennemente allagati; laghi, stagni, lagune, paludi, acquitrini, fontanili, risorgive. Esempi di ecosistemi che rivestono un ruolo chiave per la conservazione e la tutela di innumerevoli specie vegetali e animali.
Il ghiaccio estratto dall’Adamello. Una porzione dell’area sarà occupata da una parte della carota di ghiaccio estratta dall’Adamello, nell’ambito del progetto ClimADA, co-finanziato da Fondazione Cariplo. L’analisi del ghiaccio, vero “libro della Natura”, è funzionale a comprendere da una prospettiva ambientale come sia cambiato il clima nel corso dei secoli e, di conseguenza, come la natura abbia reagito per adattarsi a queste evoluzioni.
Bio-Materiali in mostra, applicazioni di Economia Circolare. In collaborazione con Magica Compagnia, che da 20 anni organizza eventi e iniziative finalizzate alla promozione di temi attuali di grande rilevanza sociale, FLA e ARPA presentano anche un “percorso mostra” di oggetti di design provenienti da diversi settori di produzione, realizzati con materiali innovativi ecofriendly. Le opere e gli oggetti esposti hanno l’obiettivo di stimolare il visitatore sul tema dell’economia circolare, invitando a conoscere le potenzialità di materiali prodotti da scarti di origine vegetale.
L’incontro domenica 21 Per quanto riguarda il programma degli appuntamenti, domenica 21 agosto alle 13:00 si svolgerà in Sala Neri Generale l’incontro “E io che sono? Natura umana e rapporto con la natura”. Parteciperanno Raffaele Cattaneo, Assessore ad
Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Carlin Petrini, Fondatore dell’Associazione Slow Food; Davide Rondoni, scrittore e poeta; Giorgio Vittadini, Presidente della Fondazione per la Sussidiarietà. Introduce Fabrizio Piccarolo, Direttore Fondazione Lombardia per l’Ambiente. Il palinsesto degli incontri per famiglie, istituzioni e imprese. Da sabato 20 a giovedì 25 agosto è invece stato predisposto un ampio calendario di incontri nello stand di FLA e ARPA, ogni giorno il cambiamento climatico verrà affrontato da una prospettiva diversa. Si parte con il Clima, poi Acqua, Sviluppo Sostenibile, Biodiversità, Economia Circolare e per ultimo Paesaggio e Rigenerazione. Il tema di giornata verrà
declinato attraverso uno schema fisso di appuntamenti: alle 12:00 il focus sarà sull’educazione con particolare riferimento a scuole e famiglie; alle 17:00 ci sarà una finestra di discussione dedicata alla dimensione scientifica e di analisi, rivolta a un pubblico di esperti e imprese; alle 19:00, infine, spazio ad Arte e Cultura con esibizioni e performance di artisti, musicisti, poeti ed esponenti del mondo della cultura.

Fabrizio Piccarolo Direttore Fondazione Lombardia per l’Ambiente

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.