“Sul campo largo sono perplesso, ma non da oggi. Calenda ha detto che lui non farà parte del campo largo. Lo si può giudicare in mille modi, ma non è un ragazzino e do per scontato che è consistente e conseguente rispetto alle cose che dice. Quindi io credo che il campo largo ad oggi non esiste. È un peccato? Certo. Ma ad oggi è molto difficile”. Lo ha affermato il sindaco Giuseppe Sala a margine della presentazione degli esiti del bando per progetti di spettacolo nei quartieri.

Sempre sul tema, il sindaco ha parlato anche delle “regionali” del prossimo anno:“Ne sto parlando anche con gli altri sindaci di centrosinistra e quello che noi vediamo è che di nuovo il civismo è fondamentale e localmente fa vincere. Ma il civismo non funziona di nuovo a livello nazionale. Ciò che si riesce a fare a livello locale molto spesso non si riesce a livello nazionale”.

 

Commenti FB
Articolo precedenteSiccità, Fontana: inviata al governo la richiesta per lo stato di emergenza nazionale
Articolo successivo“Presolana Race”, un weekend per gli appassionati di ebike
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.