Ottavo giorno di sciopero alla DHL: “Pronti a bloccare il magazzino di Malpensa”

Continua la mobilitazione dei lavoratori che respingono le condizioni per il trasferimento da Orio a Brescia. Il sindacato Adl Cobas punta a estendere lo sciopero alle altre sedi DHL e sta organizzando un presidio a Malpensa.

101
Prosegue a oltranza la mobilitazione alla DHL di Orio al Serio (BG) contro l’accordo di trasferimento al magazzino di Brescia, sottoscritto tra l’azienda e i sindacati confederali ma respinto dai lavoratori aderenti al sindacato Adl Cobas. Oggi è l’ottavo giorno di sciopero.
“Senza un reale accordo tra le parti – scrive su Facebook il portavoce di Adl Cobas, Riccardo Germani – il 30 dicembre si andrà al blocco forzato di Malpensa (dove si trova uno dei più strategici magazzini del colosso della logistica, nda). “A breve – prosegue il post – verrà pubblicato un appello per invitare i lavoratori e i sindacati conflittuali ad indire uno sciopero presso tutti i siti di DHL e di convergere, a partire dalle ore 15, alle iniziative che si terranno presso l’HUB di Malpensa.”
Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.