Nel 2020, in Lombardia, si sono registrati 19.964 incidenti stradali con lesioni alle persone, che hanno causato 317 morti e 25.940 feriti. Rispetto al 2019, l’incidentalità stradale ha subito un forte calo (- 39%) in conseguenza dei lockdown e dell’isolamento sociale legati al contenimento del Covid-19.Sono questi i dati diffusi dall’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, al webinar ‘La sicurezza stradale nella mobilità post pandemia’ organizzato dalla direzione Sicurezza di Regione Lombardia, Polis Lombardia, Areu e Università di Brescia. Tra i decessi 137 erano conducenti e passeggeri di autovetture, seguiti dai motociclisti (66), pedoni (48), ciclisti (38) e altri ancora. Nella Città metropolitana di Milano si concentra il 40% degli incidenti, il 39% dei feriti e il 23% dei morti rilevati nell’intera regione Lombardia. Seguono, a distanza, la provincia di Brescia (11% di incidenti), di Bergamo (9%), di Varese (8,4%) e di Monza e della Brianza (8%). La gravità degli incidenti avvenuti nel 2020 risulta, invece, elevata nelle province di Lodi e Mantova con valori quasi doppi rispetto a quello regionale.

“I monopattini elettrici – ha aggiunto l’assessore regionale alla Sicurezza – hanno contribuito a gravare sull’incidentalità stradale di Milano. Dal 1 giugno 2020 a ieri, Areu (Agenzia Regionale Emergenza Urgenza), solo nel capoluogo lombardo, ha registrato 876 richieste di soccorso per incidenti con questi mezzi”. “L’obiettivo di Regione Lombardia – ha detto l’assessore De Corato – è quello di diminuire gli incidenti stradali. Per questo finanziano progetti di educazione stradale nelle scuole e realizziamo campagne informative e formative per sensibilizzare sempre più i lavoratori delle aziende lombarde sull’importanza della prevenzione dell’incidentalità”. “Nei giorni scorsi – ha inoltre ricordato – abbiamo celebrato la ‘Giornata mondiale della Fraternità e Sicurezza stradale’. Sono stati consegnati 150 attestati a Polizie locali, Forze dell’ordine e volontari per la loro grande professionalità e spirito di iniziativa nel soccorrere le vittime di sinistri, anche a rischio della propria vita”. “Regione Lombardia – ha detto ancora De Corato – finanziato ai Comuni 12,5 milioni di euro tramite bando per la realizzazione di interventi per la riduzione dell’incidentalità stradale anche con il miglioramento e la razionalizzazione della segnaletica stradale. In Lombardia, la stima del costo sociale dei sinistri stradali con lesioni a persone per il 2020 risulta di poco inferiore ai due miliardi di euro (1.791.250.194)”. “Regione Lombardia – ha concluso l’assessore – si è inoltre munita di uno strumento volto al monitoraggio degli incidenti stradali al fine di analizzare il fenomeno. Questi dati saranno essenziali per sviluppare politiche di messa in sicurezza mirate e di campagne di sensibilizzazione”.

Commenti FB
Elezioni Regionali 12 e 13 Febbraio
Articolo precedenteSkipass gratis per gli under 16 in Lombardia
Articolo successivoCovid, Lombardia: 2.223 i nuovi positivi (1,3%), aumentano i ricoveri
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati