Stadio, Sala: “Chi lo vuole salvare lo acquisisca”

E sul referendum aggiunge: "Lo facciano ma non potranno togliere al sindaco il fatto di prendere decisioni; mantenere il San Siro costa al Comune tra i 5 e i 10 miloni all'anno".

47

“Faccio un appello a chi vuole salvare lo stadio di San Siro: il modo migliore è trovarne un uso, una formula, quindi si facciano avanti e noi siamo disponibili quando sarà il momento a cedere questo bene”. È la provocazione lanciata oggi dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a chi ha aderito al “Comitato Sì Meazza”, nato per salvare il vecchio stadio che dovrà essere demolito per realizzare il nuovo impianto voluto da Milan e Inter. “Mi rivolgo a Massimo Moratti, visto che ho sentito la sua disponibilità a fare parte di questa iniziativa – ha aggiunto a margine di un evento -. Lo facciano il referendum, ma non potrà togliere al sindaco il fatto di prendere le decisioni perché sono stato eletto per questo. Il tema del vecchio stadio è semplice, tenere in funzione uno stadio del genere, tenerlo in sicurezza e fare una buona manutenzione è qualcosa che costa tra i 5 e i 10 milioni all’anno. Tra i tanti che si fanno avanti, penso a Moratti, se lo vogliono acquisire noi siamo felicissimi. Il problema vero è che il Comune di Milano non può, per il bene dei cittadini, tenersi dei costi per impianti inutilizzati”.

Print Friendly, PDF & Email