Stadio, Assessore Grandi: partita tutta da giocare [VIDEO]

19

“La nostra posizione è sempre stata favorevole al recupero dello stadio esistente, evidentemente con la consapevolezza che al momento le trattative sono in corso e che bisognerà valutare quali sono i progetti. Quello che è sicuro è che noi potremo trovare delle soluzioni che non abbiano l’impatto molto forte che abbiamo visto nei primi progetti, la nostra idea è quella di mantenere lo stadio e di ristrutturarlo e di cercare anche di valorizzare il quartiere che non dev’essere per forza valorizzato con il cemento”. Lo ha detto l’assessora all’Ambiente, eletta con Europa Verde Elena Grandi a margine dell’incontro “Il Parco del Cibo e della Salute di MIND e delle Comunità. Verso un modello innovativo di governance” interpellata dai cronisti sulle trattative tra amministrazione comunale e club per il nuovo stadio. Grandi ha poi aggiunto: “Penso che in questo momento la partita sia ancora tutta da giocare, anche le squadre devono presentare le loro idee e i loro progetti, non penso che ci sia niente di definitivo”.

Commenti FB
Articolo precedenteCentro Sociale Leoncavallo: 30 anni di graffiti cancellati da una ruspa
Articolo successivoDdl Zan, il vomito dietro la tendina
La prima volta della mia vita in cui “sono andato in onda” è stato il 7 luglio 1978…da allora in radio ho fatto veramente di tutto. Dai programmi di rock all’informazione, passando per regie e montaggi. Giornalista dal maggio 1986 sono arrivato a Radio Lombardia nel marzo del 1989 qualche giorno prima della nascita del primo mio figlio, insomma una botta di vita tutta in un colpo. Brianzolo di nascita e di fatto il maggior tempo della mia vita l’ho passato a Milano città in cui ho avuto la fortuna di sentire spirare il vento della cultura mitteleuropea. Adoro la carbonara, Finale Ligure e il Milan (l’ordine è rigorosamente alfabetico). I libri della vita sono stati e sono: “Avere o essere” di Fromm, “On the road” di Kerouac, “L’insostenibile leggerezza dell’essere” di Milan Kundera, “Grammatica del vivere” di Cooper e l’opera omnia del collega e amico Piero Colaprico (vai Kola!). I film: “Blade Runner“, “Blues Brothers” e “Miracolo a Milano” quando buongiorno voleva dire veramente buongiorno. Ovviamente la musica è centrale nella mia formazione: Pink Floyd, Frank Zappa, Clash, Genesis e John Coltrane tra i miei preferiti. https://www.wikimilano.it/wiki/Luca_Levati