Si spacciavano per consulente finanziario e avvocato, senza averne titolo. I due sono finiti ai domiciliari, su ordinanza del gip Guido Salvini, in un’inchiesta su una “complessa e bizzarra truffa nel campo delle opere d’arte e delle criptovalute”. Dalle indagini  condotte dalla Guardia di Finanza è emerso che una donna è stata raggirata per 125mila euro, che dovevano servire   in parte per l’acquisto di 12 finti “microquadri nascosti nei quadri di Leonardo da Vinci” e 32 ‘frazioni digitali’ di opere della pittrice Alina Ciuciu (estranea alle indagini). La truffa avrebbe coinvolto 200 clienti.

Commenti FB

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.